Registered works

Share
Facebook   Twitter   Google+
Barbara Amadori

Place of birth: Gualdo Tadino
Date of birth: 03-07-1982
works and lives at Gualdo Tadino

Un ricordo acustico impresso nella memoria, l'osservazione di sé e degli altri, l’ascolto…                                    

Questi sono gli elementi di una ricerca che si muove tra sfera visiva e sonora, che coniuga immagini e parole, oggetti e narrazione. I brevi testi provengono da una personale raccolta di appunti acustici. Le fotografie, importanti per la loro funzione di documentazione, sono poste su mensole come fossero dei reperti, mentre per le foto scattate in studio sono gli oggetti posti in un tavolo, che, divenendo memoria esterna, assumono tale valenza.

In Composizione n. 1 carta, tela, acqua in un piccolo contenitore di vetro e una texture di conchiglie, per una logica interna ed interiore, fanno da compendio al testo, creando relazioni tra luoghi, vissuti e temporalità differenti.

In Composizione n. 2 l’azione raccontata è un’interruzione del cammino, una pausa che diviene abitudine piacevole e necessaria. La visione di un oggetto fa da ponte di unione fra l’esterno e la sfera soggettiva. Il silenzio che scaturisce dall’osservazione di un foglio di carta è l’elemento sonoro in oggetto.

Composizione n. 3 fa riferimento ad una passeggiata di ascolto fatta nei monti Sartorius dell’Etna, il frammento di testo restituisce un’esperienza legata alla pratica del cammino come fruizione consapevole del paesaggio, anche e soprattutto, attraverso la sfera acustica.                        

Il lavoro si sviluppa attraverso il legame simbiotico che si crea tra gli elementi; immagini e scrittura convivono in un naturale equilibrio, senza predominanza di uno sull'altro. Le composizioni sono il risultato di una personale ricerca sul paesaggio sonoro, stimolata dalle teorie di R. Murray Schafer.

 

  • ORA International
  • 2013