Registered works

Share
Facebook   Twitter   Google+
Morgan Zangrossi

Place of birth: Rovigo
Date of birth: 07/01/1974
works and lives at Gavello

http://www.morganzangrossi.it

Questo progetto è una vera e propria macchina del tempo; mi trasporta in un imprecisato anno, una imprecisata città ma invece il luogo è ben preciso: un museo. Ci sono gli oggetti che noi usiamo ogni giorno, ritrovate dai nostri discendenti e considerate testimonianze di noi e della nostra vita di uomini del XXI sec. I componenti hardware sono arrugginiti con vernici speciali a base di ferro e con acidi che innescano il processo di ossidazione su un materiale come la plastica che non arrugginirebbe mai naturalmente.


Nato a Rovigo il 7 gennaio 1974, vive e lavora a Gavello, in provincia di Rovigo, Morgan Zangrossi è un artista materico che usa oggetti informatici e multimediali ormai in disuso per rappresentare la sua poetica; pezzi di computer rotti o obsoleti vengono nobilitati dall'artista, che inserendoli nelle sue composizioni e ricoprendoli di ruggine, li eleva al pari dei classici oggetti da lavoro, li permea della sacralità che solo l'invecchiamento dà. Secondo Zangrossi la ruggine è mutevole. La Natura crea le sfumature, lui si limita ad assecondarla ed essere testimone del suo divenire. Nelle sue opere è forte il contrasto tra inanimato e vivo, tra limpido e gretto, tra bello e brutto... eppure, paradossalmente, è proprio la parte "peggiore" ad essere la più interessante, la più attraente... proprio perché unica parte viva." Ha esposto in importanti manifestazioni collettive in Italia (Firenze, Roma, Milano, Napoli e altro) e all’estero (Barcellona), conta numerose partecipazioni a prestigiosi concorsi, giungendo in finale al Premio Ghidoni 2015, e al Premio Marchionni 2016, partecipando alle collettive dei finalisti. Ha all’attivo parecchie mostre personali e le sue opere sono esposte in musei italiani.

  • ORA International
  • 2013